Via di Roma 140, 48121 Ravenna
+39 0544 31313
info@palazzogallettiabbiosi.it
Prenota Online
ART DECO – Musei San Domenico – Forlì
ART DECO – Musei San Domenico – Forlì

ART DECO

Gli anni ruggenti in Italia

art deco forli

11 febbraio – 18 giugno 2017

 

Ciò che per tutti corrisponde alla definizione ART DECO  fu uno stile di vita eclettico, mondano, internazionale.

Il successo di questo momento del gusto va riconosciuto nella ricerca del lusso e di una piacevolezza del vivere, tanto più intensi quanto effimeri.

Dopo le grandi mostre dedicate a Novecento e al Liberty, nel 2017 Forlì dedica una grande esposizione all’ART DECO  italiana.

Il gusto Déco fu lo stile delle sale cinematografiche, delle stazioni ferroviarie, dei teatri, dei transatlantici, dei palazzi pubblici, delle grandi residenze borghesi: si trattò, soprattutto, di un formulario stilistico, dai tratti chiaramente riconoscibili.

Tra i protagonisti internazionali del gusto vanno menzionati almeno i nomi di Ruhlmann, Lalique, Dupas, così come la ritrattistica aristocratica e mondana di Tamara de Lempicka e le sculture di Chiparus, che alimenta il mito della danzatrice Isadora Duncan.

Ma la mostra ha soprattutto una declinazione italiana, dando ragione delle biennali internazionali di arti decorative di Monza del 1923, del 1925, del 1927 e del 1930, oltre naturalmente dell’expo di Parigi 1925 e 1931 e di Barcellona 1929.

Obiettivo dell’esposizione è mostrare al pubblico il livello qualitativo, l’originalità e l’importanza che le arti decorative moderne hanno avuto nella cultura artistica italiana connotando profondamente i caratteri del Déco anche in relazione alle arti figurative: la pittura e la scultura.

Sono qui essenziali i racconti delle opere di Galileo Chini, pittore e ceramista, affiancato da grandi maestri, come Vittorio Zecchin e Guido Andlovitz, che guardarono a Klimt e alla Secessione viennese; dei maestri faentini, le invenzioni del secondo futurismo di Fortunato Depero; i dipinti, tra gli altri, di Felice Casorati;

il tutto accompagnato dalla straordinaria produzione della Richard-Ginori ideata dall’architetto Gio Ponti e da emblematici esempi francesi, austriaci e tedeschi fino ad arrivare al passaggio di testimone, agli esordi degli anni Trenta, agli Stati Uniti e al Déco americano.

Trattandosi di un gusto e di uno stile di vita non mancarono influenze e corrispondenze col cinema, il teatro, la letteratura, le riviste, la moda, la musica.

Non si è mai allestita in Italia una mostra completa dedicata a questo variegato mondo di invenzioni.

 

Presso Musei San Domenico  – Forlì

Piazza Guido da Montefeltro, 12

47121 Forlì FC

da sabato 11 febbraio a domenica 18 giugno 2017
da martedì a venerdì: 9.30-19.00
sabato, domenica e festivi: 9.30-20.00.
Lunedì chiuso, tranne 17 aprile, 24 aprile e 1 maggio